Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Domenica 17/Novembre/2019 15:43:32 pm
Home Help Ricerca Calendario Login Registrati
News: Per tornare al sito Vesparestauro clicca QUI


IMPORTANTE: per inserire il proprio AVATAR o un ALLEGATO clicca QUI




+  Vespa Restauro
|-+  Sezione Restauri VESPA
| |-+  Vesparestauro Motore (Moderatori: rama, volpe, NINOVNB2T, kiwi76)
| | |-+  Restauro motore V5A2M
« precedente successivo »
Pagine: [1] 2 3 ... 6 Stampa
Autore Topic: Restauro motore V5A2M  (Letto 47564 volte)
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« il: Mercoledý 19/Dicembre/2007 12:43:53 pm »

Ciao a tutti,
ecco a casa il nuovo motore appena acquistato. Si tratta di un V5A2M per 50 Special prima serie.
Mentre lo sverniciamento del telaio e' al buono, ho iniziato a mettere mano anche al motore che intendo rifare completamente.
Qui di seguito qualche foto delle verifiche fatte per capire che tipo di lavori sono da fare (la curiosita' mi assale!!  ;D ;D) in quanto il motore lo ho acquistato come non funzionante.
Eccolo sul banco come si presenta:
« Ultima modifica: Giovedý 29/Maggio/2008 10:54:04 am da Giovanni » Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Mercoledý 19/Dicembre/2007 12:56:50 pm »

Non sto a fare le pulizie, tanto andra' smontato completamente e quindi riprendero' ogni pezzo uno ad uno.
Al momento si presenta con il pistone bloccato, completamente ricoperto di sporcizia e olio fresco ma fortunatamente completo di ogni sua parte.
Per prima cosa controllo il pistone. Sperando che non sia grippato ma semplicemente bloccato per inutilizzo (cosi' sembrava di ricordare il proprietario) provo a sbloccarlo con una generosa spruzzata di svitol dal buco della candela e una smossa data con la chiave sul dado volano.
OTTIMO!!
Al primo colpo si sblocca e il pistone va liberamente su e giu'... sembra che ci sia una buona compressione e libero movimento... forse il gruppo termico e' salvo!!
Tolgo allora la cuffia di raffreddamento e il convogliatore. BENE! un GT originale 50 Piaggio. Un motore originale e' sempre meglio.
La camicia del cilindro e' buona, un p
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
peter_peters02
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 601



Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Mercoledý 19/Dicembre/2007 18:21:28 pm »

Mi sembra non male, Giovanni. Anche il carburatore pare completo, perch
Loggato
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Sabato 29/Dicembre/2007 18:55:24 pm »

Si ricominica!!
Per prima cosa tolgo il mozzo della ruota posteriore e i relativi ceppi.
La prima cosa da fare e' raddrizare la coppiglia che tiene fermo il dado centrale. Ha la funzione di evitare che il dado si sviti per vibrazioni e una volta sfilato non rimane che svitare il dado.
Dopo e' il momento del gruppo frenante: il tutto viene via svitando i tre dadi che tengono il blocco solidale ai carter.


Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:00:13 pm »

Ora cerchiamo di fare un po' di pulizia dei vari cavi e cavetti.
Lo smontaggio fatto da chi me lo ha venduto e' stato fatto tranciando i fili per cui rimangono tutti i "monconi" ancora attaccati al motore.
Ovviamente butto via tutto, conservo solo i blocchetti di fermo che servono da testa per i fili. Quelli magari mi tornano utili.

Successivamente svito la vite che tiene la pedivella accensione, e per sfilarla qualche leggero colpetto con il martello...
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #5 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:01:02 pm »

Il collettore di aspirazione del carburatore.... due viti...
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:03:57 pm »

E il cilindro... 4 viti alla base del cilindro stesso che lo bloccano ai carter.

In meno che a spiegarlo il cilindro e' pronto per essere sfilato e la mia curiosita' e' finalemente ripagata!

La canna (o comicia) del cilindro e' in buonissimo stato, e' un 50 originale Piaggio e si vede ancora bene la lavorazione della rettifica fatta dalla Piaggio al momento della "nascita"!
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:07:05 pm »

Il pistone e' un pos' sfiammato ma senza righe. Le fasce sono incollate (queste le cambiero' credo).  Ancora qualche minuto e anche il pistone anra' a fare compagnia al resto del GT in attesa del lavoro di pulizia e lucidatura.
 
Sfiliamo il seger che sta al lato... due colpetti di martello dati sul perno e anche il pistone viene via....

Una controllatina veloce alla biella sembra a posto e senza giochi longitudinali.
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:15:08 pm »

Guardando bene le spalle dell'albero sembra arruginite, per fortuna e' solo superficiale e con una bella pulita torna agli antichi spendori.
Ora e' la volta della frizione.
Un po a memoria devo cercare le 6 viti che fissano il coperchio (lo ammetto.. forse dovevo pulirlo prima di smontarlo  ::) ::) ::) ) ma senza grossi problemi ecco alla luce la campana.
Una bella pulita (qui e' d'obbligo!!) per vedere meglio e scopro che e' gia' stata smontata altre volte... e' piena di botte e graffi.
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Sabato 29/Dicembre/2007 19:17:59 pm »

ora bisogna svitare il dado per filare il tutto ma scopro di non aver la chiave della misura adatta (sara' nell'altro box???).
Purtroppo per stasera la festa e' finita  :-\ :-[ :-[ devo andare a prendere cio' che mi manca. Ci vediamo domani per il resto!!
« Ultima modifica: Domenica 30/Dicembre/2007 10:02:29 am da Giovanni » Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #10 il: Lunedý 31/Dicembre/2007 17:30:52 pm »

Ecco cio' che mancava... si ricomincia almeno per una mezz'ora.
Chi l'avrebbe mai detto: cercando la bussola ho trovato nell'altro box due ruote da 9 pollici per Vespa... proprio quelle che astavo cercando su ebay! Che culo!! cosi' evito di acquistarle visto che le ho gia!! 8) 8)
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #11 il: Lunedý 31/Dicembre/2007 17:35:29 pm »

Si ricomincia allora, per prima cosa togliamo la campana frizione. Ecco il necessario:

1) una chiave a tubo da 17 mm
2) un estrattore per frizioni vespa (indispensabile!!)
3) il nostro solito set di chiavi
4) una moneta da un centesimo o meglio 5 centesimi

Per svitare la vite di tenuta inseriemo la moneta fra i denti della campana, e' importante che se non abbiamo a portata di mano la moneta venga utilizzato un materiale morbido che blocchi la rotazione degli ingranaggi ma non rovini i denti.

Dopo il dado inseriamo l'estrattore e in men che si possa pensare... ecco il pacco frizione in mano libero dalla campana!
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #12 il: Lunedý 31/Dicembre/2007 17:43:28 pm »

Ora pensiamo al volano.
Sul motore che ho io c'e' ancora un vecchio accoppiamento senza filetto per estrattore, quindi per sfilarlo non mi resta che svitare solamente il dado centrale (senza rimuovere il seeger di tenuta).
Per tenere fermo il tutto inserisco il cacciavite nell'asola per la registrazione puntine (cosa deplorevole lo so) ma facendo moooolta attenzione a dove si fa forza si puo' supplire la mancanza della chiave apposita.
Il dado svitandosi spinge sul seeger, e fa si che il volano si sfili dal cono venendo via uniformemente.... dopo un leggero STAKKK il volano e' pronto per essere tolto del tutto.

Il tutto e' in ottimo stato ma e' sporchissimo!! Sembra ci sia della polvere mista olio persino sulle bobine.

Che piacere! Noto che sul piatto e' ancora presente il vecchio logo Piaggio rettangolare, sono i piccoli piacere della vita! ;D ;D ;D
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #13 il: Lunedý 31/Dicembre/2007 18:05:10 pm »

Abbiamo ora il pacco frizione e pronto allo smontaggio e revisione.
Ci serve una semplice vite lunga una decina di centimetri, due grosse rondelle e un dado. Con la vite e una rondella inserite nel buco centrale del pacco dobbiamo stringere il dadche chiudera' la molla che smettera' di spingere e ci permettera' di smontare il tutto.
Chiudendo gradatamente, vedrete i dischi che si allentano sempre di piu'.
Ora non ci rimane che con un cacciavite sfilare il fermo, togliere la parte superiore di lamiera e rimuovere uno ad uno i dischi.
Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Giovanni
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1044


Guarda Profilo
« Risposta #14 il: Lunedý 31/Dicembre/2007 18:11:21 pm »

I dischi dovrebbero essere un totale di 5 (se frizione originale). La mia supposizione che quella frizione fosse gia' stata smontata diventa realta' quando trovo un disco in piu'. Invece di trovare tre dischi di sughero alternati a due di ferro trovo nella parte superiore due dischi di sughero vicini. Probabilmente per aumentare il grip della frizione era stato aggiunto in disco. La cosa strana (mai vista almeno da me!) e' che il disco aggiunto era stato lavorato togliendo su un lato le placchette di sughero in modo da avere una faccia liscia e una con i tamponi...

Loggato

"La conoscenza in quanto tale e' inutile, e' quello che sai fare con quello che conosci che conta veramente"
Pagine: [1] 2 3 ... 6 Stampa 
« precedente successivo »
Salta a:  


Login con username, password e lunghezza della sessione

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!