Benvenuto, Visitatore. Per favore, effettua il login o registrati.
Giovedì 23/Novembre/2017 10:17:58
Home Help Ricerca Calendario Login Registrati
News: Per tornare al sito Vesparestauro clicca QUI


IMPORTANTE: per inserire il proprio AVATAR o un ALLEGATO clicca QUI




+  Vespa Restauro
|-+  Sezione Restauri VESPA
| |-+  Vesparestauro Motore (Moderatori: rama, volpe, NINOVNB2T, kiwi76)
| | |-+  Restauro motore V5A1M
« precedente successivo »
Pagine: [1] Stampa
Autore Topic: Restauro motore V5A1M  (Letto 178 volte)
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« il: Venerdì 22/Settembre/2017 21:36:22 »

Ok, eccomi a presentare il mio modesto lavoro su questo forum, iniziamo:

Allora....questo mi è stato consegnato alcuni giorni fà, il proprietario chiede un ripristino completo con un occhio al budget però (il restauro del telaio gli è costato molto più del previsto).
Condizioni iniziali:



Bello vero? non ho mai capito come riescano a ridurli in questo stato, sembrava catrame misto a cemento armato.....bah.

Dopo una prima sgrossatura per arrivare ai perni smonto tutto, lo apro ed inizia la pulizia approfondita, premetto che non ho sabbiatrice, la pulizia viene effettuata tutta a manina e olio di gomito

Risultato:




Poi passo al volano, condizioni iniziali:


Anche questo finito:




Viteria in attesa di approfondita pulitura e brunitura dove necessario:


carburatore:



smontato e pulito, in attesa del kit di ripristino


Nell'attesa dei ricambi del carburatore inizio la revisione dello statore di accensione, grasso dappertutto e fili completamente biscottati, un classico:


Smonto, sgrasso tutto per bene, in attesa dei ricambi, nel frattempo ricablo tutto per bene:


Per stasera è tutto, stay tuned.

Loggato
tonysubwoofer
Administrator
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 5706


Sicilia-Trapani


Guarda Profilo
« Risposta #1 il: Sabato 23/Settembre/2017 12:53:56 »

Ottimo lavoro...la sabbiatrice non ti serve a nulla, almeno per i carter.

Quella macchiolina gialla mi è familiare.  Risata
Loggato

by Tony BACCHETTA: FIAT 500 '73_FIAT X1/9 '73_ISO GTD 125 '57_MV AGUSTA TRL 125 '59_Vespa VBA 150 '60
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #2 il: Sabato 23/Settembre/2017 18:18:49 »

  PRRRR   OK

La sabbiatura potrebbe velocizzare la pulizia della camera di manovella e del volano, non mi sognerei mai di usarla all'esterno dei carter motore, a dire la verità cerco di non usare neanche la spazzola per non graffiare.

Comunque, oggi mi sono dedicato al ripristino dei prigionieri del motore ai quali è stata tolta la ruggine e rifatta la brunitura, stesso trattamento per la staffa reggiguaine.
Prima:


Dopo:




Loggato
tonysubwoofer
Administrator
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 5706


Sicilia-Trapani


Guarda Profilo
« Risposta #3 il: Domenica 24/Settembre/2017 07:12:28 »

quoto per la zona albero e volano.   OK
Loggato

by Tony BACCHETTA: FIAT 500 '73_FIAT X1/9 '73_ISO GTD 125 '57_MV AGUSTA TRL 125 '59_Vespa VBA 150 '60
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #4 il: Martedì 26/Settembre/2017 21:15:52 »

Ok proseguono i lavori su questo motorello

Carburatore revisionato e pronto al montaggio, sulle filettature di tutte le viti metto una leggerissima pellicola di grasso di vasellina per evitare il formarsi di ossido che nel tempo potrebbe portare porterebbe a grippaggi delle viti


Piatto ganasce revisionato, cambiati gli O-ring sull'asse del leveraggio:


Ho ingrassato con grassi adatti, nel leveraggio fra gli O-ring dove và messo in abbondanza ho usato il grasso filante per nautica, ha la particolarità di essere molto incollante e quindi non c'è pericolo che trafili e se ne vada in giro dentro il tamburo; nei fulcri delle ganasce invece ho messo un velo di grasso al molibdeno che protegge dalla formazione della ruggine e quindi l'incollaggio delle ganasce nel tempo



Revisione coperchio frizione, pulitura della morchia che intasava tutto il meccanismo di spinta, cambio O-ring sull'asse della camma, lucidatura della molla e della leva che erano un pò arrugginiti



Bellissimo particolare della leva saldobrasata


Sostituzione dei silent block del motore, strumento autocostruito usando la classica barra filettata e due cuscinetti di banco + due rondelle e dadi.
Avrei preferito i silent block dello stesso modello come gli originali, il proprietario ha preso questi quindi amen:







Loggato
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #5 il: Mercoledì 27/Settembre/2017 21:07:05 »

Stò terminando con la revisione dei vari componenti, fra poco si inizia l'assemblaggio finale;
Allora.... statore di accensione durante la fase di ricablaggio completo


Lavoro ultimato e pronto per il montaggio


Il forcellino del selettore del cambio non presentava problemi particolari, giochi perfettamente nella norma e nessuna usura dell'asse del preselettore, quindi sostituzione O-ring, fosse stato un motore di mia proprietà avrei sostituito anche i pattini del forcellino.


Naturalmente O-ring del foro del pedale messa in moto


Crociera del cambio nuova


controllo delle tolleranze del cambio, siamo a 0,25 (ampiamente dentro le specifiche Piaggio)


sostituzione dischi frizione preventivamente messi a bagno in olio


Infine, per quanto riguarda l'albero motore, richiedeva l'imbiellaggio nuovo, ho suggerito al proprietario di fare imbiellare l'albero originale del motore sopratutto per un discorso di  originalità del pezzo; Purtroppo si è incaponito a prendere un albero nuovo ed abbastanza economico.
Altra cosa che non mi è piaciuta particolarmente, il gruppo termico; il proprietario aveva un kit 75 DR con pochissimi KM di funzionamento regalatogli da un amico (effettivamente è davvero come nuovo, ancora sono ben visibili i segni della lappatura), quindi non ha voluto rimettere il cilindro originale facendolo rettificare.
Da noi si dice: "il mastro è mastro, ma il padrone è capomastro",  quindi a me con un pizzico di malincuore non mi rimane che eseguire
Loggato
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #6 il: Giovedì 28/Settembre/2017 20:36:54 »

Cuscinetteria sostituita, riscaldo i carter con pistola termica, ungo con grasso di vasellina i cuscinetti per favorire lo scivolamento e tiro con l'apposito strumento autocostruito a base di barra filettata e rondellone



Forcellino del selettore al suo posto



Inizia la guarnitura dei carter, tiraggio albero sul carter (come noterete il tira-albero lavora tirando i coni albero e spingendo sul diametro interno dei cuscinetti, questo per evitare la qualsivoglia forzatura sulle sfere)


tutti gli organi installati preventivamente sul primo carter motore (a parte l'alberino del primario installato sull'altro carter)



Chiusura motore in corso, uso una procedura zero-stress per i vari organi e carter, intanto tutte le superfici che devono scorrere a contatto fra di loro vengono unte con grasso di vasellina, tira-albero da entrambi i lati dellalbero motore,  pinza automatica sull'asse di uscita cambio e qualche colpettino sulla leva della messa in moto per permettere al cambio di ingranare correttamente con l'alberino, un piccolo morsettino sulla spinatura nella zona posteriore del carter.
A questo punto inizia una paziente danza fatta di mezzo giro al tira-albero, mezzo giro ai due dadi dei prigionieri fissi dei carter, mezzo giro al morsettino sulla spina posteriore, colpettino alla messa in moto e sulla pinza automatica per mantenere ingranato correttamente il cambio.
Risultato: i carter si chiudono avanzando in maniera perfettamente parallela e senza sforzo alcuno



Alla fine tiraggio prigionieri con dinamometrica
Loggato
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #7 il: Venerdì 29/Settembre/2017 19:56:02 »

Buonasera a tutti, eccoci arrivati all'ultima puntata, spero di non avervi annoiato troppo.

Allora......Il pacco frizione è andato in sede


Coperchio frizione naturalmente tirato con dinamometrica


Si inizia il montaggio della termica, pistone in posizione


Et voilà, cilindro in dirittura di arrivo


Tiraggio testa


Preparativi per la regolazione dell'anticipo


Anticipo regolato


Carrellata finale, voglio precisare che il padellino è provvisorio ed è stato montato per la prova d'accensione; dopo ne verrà montato uno nuovo (questo che vedete nelle immagini è quello originale Piaggio del motore, me lo darà in regalo a me, e io lo farò sabbiare e verniciare  :big_smile:  )
La cuffia motore provvisoriamente e per la versione a bobine esterna, anche questa verrà sostituita.





E con questo è tutto; Adesso ho un restauro di un altro motore che non riporterò tanto è sempre la stessa musica, dopodichè avro una bella Special prima serie da fare completa (questa invece la vorrei documentare anche se si preannuncia un lavoro lunghetto)

Grazie per l'attenzione  Ciao
Loggato
rama
Moderator
Veterano
*****
Offline Offline

Posts: 1274


Guarda Profilo
« Risposta #8 il: Lunedì 02/Ottobre/2017 14:49:28 »

Urka, ottimo lavoro.
Loggato
p3pp3
Neoiscritto
*
Offline Offline

Posts: 17


Guarda Profilo
« Risposta #9 il: Mercoledì 04/Ottobre/2017 12:06:38 »

Sound della prima accensione dopo il restauro, da rifinire ancora la carburazione

https://m.youtube.com/watch?v=qNKzZnlssPs
Loggato
Pagine: [1] Stampa 
« precedente successivo »
Salta a:  


Login con username, password e lunghezza della sessione

Powered by MySQL Powered by PHP Powered by SMF 1.1.21 | SMF © 2006-2007, Simple Machines
Traduzione Italiana a cura di SMItalia
XHTML 1.0 Valido! CSS Valido!