Home Step to step telaio
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Verniciatura

 

Bene, siamo gia' a buon punto, ora siamo pero' nella fase piu' difficile di tutto il restauro, da questo momento comincia la "finitura" per cui quello che verra' fuori ora sara' quello che rimarra!
Per prima cosa verifichiamo che la superficie sia priva di imperfezioni, fatto ciò sgrassiamo la superficie con diluente antisiliconico e panno in cotone.

Ricapitoliamo:

- Se non lo avete ancora fatto procuratevi la vernice a base Nitro e il relativo diluente nitrocelluloso.

- Se e’ necessario pulite bene il luogo dove state lavorando, la polvere per terra con l’aria prodotta dal compressore potrebbe alzarsi e andarsi a posare sulla vernice fresca rovinandola.

- In questa fase e’ vitale che non si fermino pelucchi, capelli ecc sulla vernice, io consiglio di passare uno straccio bagnato per terra e di verniciare con il pavimento bagnato.

- Regola la pressione del compressore su 3 ATM e controlla che l’aria e la taratura sulla pistola non sia aperti al massimo prima di cominciare, altrimenti faresti solo una grande colatura sulla carrozzeria!
Diluisci ora la vernice al 80-90% circa con l’apposito diluente (alcune vernici vanno diluite maggiormente anche in funzione della temperatura).E' sempre meglio filtrare la vernice con i filtrini appositi, cosi si evita un eventuale intasamento dell'ugello.

Ora puoi cominciare a verniciare, tieni presente che dovrai dare tre-quattro mani di vernice, quindi cerca di dare delle mani non troppo corpose (rischi di fare colature) ma abbastanza riempitive delle zone del telaio. La prima mano dalla nel senso della lunghezza e l’altra dalla nel senso opposto di modo da incrociare i sensi di verniciatura. La mani di tinta devono essere LEGGERE, distanziate di circa 20 minuti, quando vedi che la mano precendente comincia a perdere lucentezza riparti con la successiva.
Siccome e’ quasi impossibile che non ci sia nessun pelucchio attaccato resisti e non toccare fino a quando non e’ perfettamente asciutto (almeno 24 ore). Passa una mano leggera di carta 800 a umido per lisciare il tutto senza rigare, e senza consumare l'ultimo strato di vernice. (Attenzione, se la passi con vernice in fase di asciugatura farai solo un rovinoso impasto! Non lasciarti trarre in inganno dalla superficie che sembra già perfettamente asciutta).
Per coprire la parte carteggiata prepara una soluzione piu’ diluita (140-150%) e passa una mano veloce che ha la sola funzione di riempire le righe leggere della carta vetrata.
Ora lascia asciugare per una settimana prima di trattare il tutto con pasta abrasiva cromar e polish per la finitura. Finito il tutto lava velocemente la pistola a spruzzo con il diluente nitro (attento a non far andare gocce di nitro sulla parte appena verniciata!

IMPORTANTE

Riesaminiamo i più frequenti errori di Verniciatura e le conseguenze a cui portano.

  • Scarsa pulizia della superficie: macchie di grassi, sudiciume e polvere non asportati provocano sfogliamenti e schivature; oli residui, resine naturali e siliconi portano alla formazione di sbollature. Se si dipinge sopra una vecchia vernice senza prepararla (carteggiando e pulendo) si possono verificare veri e propri distacchi.

  • Insufficiente o errata miscelazione: l'errata miscelazione delle vernici porta a porosità o colature Diluizioni sbagliate: un eccesso di diluizione provoca colature o blistering, cioè la formazione di bolle sul film. Al contrario una pittura poco diluita causa delle bucciature. Un errato dosaggio di diluente può anche provocare l'opacizzazione del colore della pittura.

  • Troppo freddo o troppo caldo: il freddo eccessivo ritarda l'essiccazione provocando opacità e distacchi successivi. Altra conseguenza del freddo sono le colature al momento dell'applicazione, stesso inconveniente che si verifica col troppo caldo.

  • Troppa e troppo poca pittura: se si stende un film di pittura troppo sottile possono verificarsi blistering, screpolature o ragnatele. Spessori eccessivi causano invece puntinature e raggrinzature, oltre che colature durante l'applicazione.

  • Mancato rispetto dei tempi di essiccazione: non rispettando i tempi di essiccazione si provocano raggrinzature e si rischia anche la rimozione della pittura.

  • Sovrapposizione di pitture non compatibili: questo grave errore porta alla rimozione della pittura o a raggrinzature. Per di più si rischia la mancata essiccazione del film.
  • PROSEGUI CON IL RESTAURO

     
    Copyright © 2017 vesparestauro. Tutti i diritti riservati.
    Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.