Home Cos'è e come funziona
Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

LA MARMITTA


La marmitta nel due tempi ha principalmente due funzioni:

- Allontanare dal motore i gas combusti limitando il piu' possibile il rumore provocato dalla fase di scoppio.
- Ottimizzare il delicatissimo processo di riempimento del cilindro con i gas freschi.


Marmitta Vespa originale

 

Per quanto riguarda il livello sonoro prodotto dagli scarichi dei nostri 50ini le vigenti normative fissano come soglia massima i 87 decibel a 5000 g/min, prova che viene periodicamente effettuata in fase di revisione dei veicoli oramai obbligatoria ogni due anni.
La marmitta nel motore a due tempi è importantissima inoltre per un altro aspetto legato alle prestazioni, vi siete mai chiesti come il semplice montaggio di una espansione possa portare incrementi anche del 15% sulla velocità massima?
I modermi studi hanno consentito di ottimizzare per ogni motore degli impianti di scarico in grado di migliorare di molto la qualita' delle immissioni e della potenza erogata senza compromettere nulla in termici di affidabilità.

Soprattutto nel motore a due tempi, in cui non sono presenti le valvole ma sono i condotti stessi ad essere aperti e chiusi dalla corsa del pistone, un corretto dimensionamento del sistema di scarico puo' portare dei vantaggi migliorando il riempimento della camera di scoppio con i gas freschi provenineti dal carbutore sfruttando a proprio vantaggio le onde di pressione prodotte dalle pareti del tubo di scarico.Queste onde hanno la caratteristica di riflettersi come onde sonore negative (depressione) appena incontrano la fine di un tubo.
Quando il pistone scopre la luce di scarico i gas combusti si precipitano verso l’estremità libera dell’impianto di scarico, essi tendono a fuoriuscire per effetto della differenza di pressione esistente fra la camera di scoppio e l'atmosfera.
Spostandosi per fuoriuscire, i gas combusti provocano un'onda di pressione che se accuratamente controllata dalle geomentrie della forma della marmitta possono essere rifratte verso la luce di scarico, attenzione non i gas combusti, ma le onde di pressione!
Il pistone nella fase immediatamente dopo lo scarico si trova in posizione di discesa all'interno del cilindro, per un attimo sia la luce di scarico che di alimentazione entrambe aperte. Ora potrebbe capitare che un eccesso di pressione provocata dal pistone che sposta le masse di gas freschi pronti per la successiva combustione possano far fuoriuscire gli stessi dalla liuce di scarico ancora aperti.
Ecco di seguito uno schema di una marmitta espansione classica, dalla configurazione detta "cono e controcono"


Marmitta espansione

Ecco che le onde alternate di pressione e depressione prodotte dalla marmitta possono essere utilizzate per migliorare la fuoriuscita dei gas combusti e frenare l'uscita di quelli freschi che li seguirebbero.
Il tutto avviene ovviamente in frazione di secondo.
Le moderne tecnologie hanno fatto si che sia possibile studiare i diametri e le lunghezze piu' vantaggiose al fine di sfruttare al meglio questo fenomeno per migliorare il "coefficente di riempimento della camera di scoppio.

 
Copyright © 2017 vesparestauro. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.